Ray Ban Sole Uomo Prezzi

Un padre e un figlio trascorrono un’intera giornata in un bosco. Pescano, dialogano, verificano lo stato del loro rapporto. L’adulto avverte nelle risposte del bambino un’autonomia di pensiero e una lucidità di analisi che lo sorprende e lo rattrista.

Qualcuno che aveva visto le sue fotografie nude su PLAYBOY l’aveva detto chiaro e tondo: Questa ragazza sfonderà. E così è stato. La bellissima fotomodella Kim Basinger diventa attrice, ma disgraziatamente gioca male tutte le sue carte. A certi registi bisognerebbe imporre con la forza di non girare film con budget superiori a dieci milioni di dollari, visto che, nel momento in cui si trovano ad avere a disposizione più denaro, hanno la spiacevole tendenza a sprecarlo miseramente. Questo è il caso di David Twohy, già autore del meraviglioso Pitch Black (di cui Riddick riesce ad essere contemporaneamente sequel e prequel), pellicola che lanciò Vin Diesel nel dorato mondo dello star system. Purtroppo, meglio dirlo subito e levarsi il pensiero, di Pitch Black, del suo fascino visivo e della sua atmosfera rarefatta ed opprimente, non è rimasto nulla.

Sbircio Facebook, e gli amici sono tutti in giro, adesso che è agosto. Questa settimana sono tutti in Irpinia al festival di Capossela: che è una cosa come è Capossela, una cosa difficile da descrivere, tutta di poesia, tutta di mondo rovesciato al contrario: senza orologio, una settimana di sciopero dal tempo del lavoro, dell dell da tutto quello che è normale, e però normale non perché sia sensato, in realtà, ma solo perché ci siamo abituati, e e noi invece siamo qui. Me compresa.

(chiefly col.) ; 30 cm. Notes; Biogs. Includes bibliographic references. Contents; Featuring Makiko Kudo, Chiho Aoshima, Yuko Murata, Ryoko Aoki, Yuiko Hosoya, Aya Takano, Chinatsu Ban, Kyoko Murase, Yayoi Kusama and Tabaimo. Summary; “Drop Dead Cute” showcases the work of 10 cutting edge female Japanese artists whose art combines the pop charge of Takashi Murakami and Yoshitomo Nara with a thrilling personal mixture of sweetness and power. This next wave of painters and illustrators from the red hot Japanese art scene blend aspects of manga, anime, and traditional art with their own idiosyncratic visions to create work that is international in appeal yet uniquely Japanese.

E allora tutto bene, no? No, non proprio. Come dicevamo, dopo le 14 nomination (eguagliando i record di Titanic e Eva contro Eva) e l’arrivo in sala, è esploso l’entusiasmo sui social ma subito dopo è emerso un altro sentimento, riassumibile in una formula precisa: la dittatura del consenso social. Se un film è talmente bello ed emozionante da far piangere come scrivono con trasporto tanti utenti su Fb e se merita davvero tutte le nomination, perché mai potrebbe non piacere? Anzi, possiamo metterne in dubbio la potenza dello storytelling, la poeticità di un amore nostalgico in salsa hollywoodiana? E allora, dagli addosso al criticone! Lesa maestà e tutti a letto senza internet..

Lascia un commento