Ray Ban Rb3211

Red e Mandy vivono soli in una casa nel bosco. La loro tranquilla vita familiare viene sconvolta quando, durante una passeggiata nella foresta, Mandy viene notata da Jeremiah, l’inquietante leader di una setta deviata di cultisti. Deciso a trattenere la ragazza nella setta, l’uomo ne organizza il rapimento.

Photos by Mario Jorrin. Robert Ferraro photos of circus women. Body Painting photos by Mario Jorrin. Si fa notare anche all’estero, soprattutto in Francia e Germania, dove lavora con il regista Walerian Borowczyk in Lulu e Ars amandi L’arte di amare e con Benoit Jacquot, accanto a Isabelle Huppert in Storia di donne. Nel 1983 arriva la grande occasione, quella che lo rende popolare e famoso in tutta Italia: chiamato da Damiano Damiani (con il quale aveva già lavorato ne L’uomo in ginocchio), è il commissario di polizia Cattani de La piovra, fortunata serie televisiva che ha emozionato gli spettatori televisivi per molti anni.Il passaggio alla regiaOrmai consolidato il successo, viene ingaggiato per ruoli sempre più difficili e complessi: il primo di una lunga serie è il professore di Mery per sempre (1989) di Marco Risi, seguito qualche tempo più tardi dalla vibrante interpretazione di un bieco affarista in Lamerica (1994) di Gianni Amelio. Tra questi due ruoli fondamentali per la sua carriera, trova tempo e modo per mettersi alla prova nel campo della regia: nel 1990 esordisce con Pummarò, film sulle difficoltà di integrazione sociale degli immigrati in Italia.

Forse può essere stata toccata nell’intimo dalle parole rivolte dal leader del movimento per i diritti civili non ai ‘malvagi’ ma a coloro che credono di essere dalla parte giusta ma, consapevolmente o meno, conservano nel loro quotidiano le catene della segregazione forgiate nel pregiudizio. La sceneggiatura però, saggiamente, non ci dà modo di saperlo. Il gaberiano ‘mangiare un’idea’ resta un’utopia che è impossibile da concretizzare così come non si possono ritrovare i compiti da correggere di un tempo ormai passato..

Si intitola Premonition il thriller soprannaturale diretto da Mennan Yapo, anonimo creatore di spaventi hollywoodiani che ha riportato la quarantatreenne diva, più arguta che bella, di Speed e Miss Detective in cima al box office Usa. Era difficile prevederlo. Lei sogna il coniuge che perde la vita, poi si sveglia e lo trova vivo (ma non c’è molta differenza), poi lo risogna nella bara per poi constatare che, nella realtà, l’incubo si sta concretizzando pezzo dopo pezzo.Fa pensare a Memento il meccanismo temporale a ritroso, mentre la capacità di prevedere l’immediato futuro cade nel genere che spazia tra Minority Report, Final Destination e Next.

Lascia un commento